Video

L’automassaggio agli arti inferiori

Redazione - 14 GIUGNO 2020 iconCONDIVIDI

Nel lungo periodo di “quarantena” e di costrizioni nelle mura domestiche che abbiamo appena vissuto, l’inattività ha provocato in molti di noi un accentuarsi di:

In particolare abbiamo risentito di dolori muscolari notturni agli arti inferiori, perché è soprattutto di notte che posizioni scorrette assunte durante la giornata provocano crampi muscolari fastidiosi da gestire.

In questi casi, l’automassaggio agli arti inferiori dovrebbe diventare una sana e costante abitudine.


L’automassaggio come soluzione

E’ quindi importante capire e riconoscere i segnali che ci invia il nostro corpo e l’autotrattamento, come lo shiatsu e l’automassaggio, può essere la soluzione più indicata, soprattutto per piccoli disturbi non invalidanti.


Il Dott. Fulvio Palombini, Coordinatore del centro fisioterapico del Poliambulatorio Apollodoro di Roma, ci mostra una serie di semplici esercizi, utili per sciogliere i muscoli degli arti inferiori.


Assumere una posizione comoda, semisdraiata, ci aiuterà ad effettuare delle prolungate e ripetute pressioni con le mani che allenteranno le tensioni al polpaccio, spesso dolorante di notte, o alla pianta del piede, sulla quale grava spesso il peso di una postura scorretta mentre camminiamo, anche a causa dell’utilizzo di scarpe non adatte o con tacchi troppo alti.


L’automassaggio agli arti inferiori aiuta a sciogliere la muscolatura, ma anche a ritrovare il fondamentale bilanciamento tra parti del nostro corpo spesso trascurate e che, in questi ultimi mesi, sono state soggette a stimoli ansiogeni e a perduranti tensioni dovute allo stress.